Eurofins Product Testing Italy >> Certificazione >> Macchine

Macchine (MD)

Sidebar Image

 

Direttiva 2006/42/CE

 Il campo di applicazione

La direttiva definisce il proprio campo di applicazione definendo le seguenti categorie di prodotti:

  • macchine, generalmente intese come “un insieme equipaggiato o destinato ad essere equipaggiato di un sistema di azionamento diverso dalla forza umana o animale diretta, composto di parti o di componenti, di cui almeno uno mobile, collegati tra loro solidamente per un'applicazione ben determinata”;
  • “quasi-macchine”, insiemi che costituiscono quasi una macchina, ma che, da soli, non sono in grado di garantire un'applicazione ben determinata. Esse sono unicamente destinate ad essere incorporate o assemblate ad altre macchine o ad altre quasi-macchine o apparecchi per costituire una macchina;
  • attrezzature intercambiabili, componenti di sicurezza (Allegato V), accessori di sollevamento, catene funi e cinghie nonché dispositivi amovibili di trasmissione meccanica.

Obblighi del Fabbricante

Il costruttore deve redigere per ogni prodotto che ricade nell’ambito di applicazione della direttiva macchine un fascicolo tecnico (Allegato VII) che deve dimostrare la conformità del prodotto ai Requisiti essenziali di sicurezza e salute (Allegato I). Il fascicolo tecnico deve contenere la documentazione necessaria a testimoniare i corretti criteri di progettazione, fabbricazione e testimoniare i corretti criteri di funzionamento in relazione agli aspetti di sicurezza.

In particolare per poter immettere sul mercato una macchina, il fabbricante deve:

  • verificare che la macchina soddisfi i requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute indicati dall'allegato I;
  • allestire il fascicolo tecnico;
  • predisporre il manuale d’uso e manutenzione;
  • espletare le appropriate procedure di valutazione della conformità;
  • redigere la dichiarazione CE di conformità;
  • apporre la targa di marcatura «CE»

Procedure di valutazione della conformità

 La direttiva prevede le seguenti distinzioni sostanziali:

  • macchine incluse nell’Allegato IV (ritenute particolarmente pericolose): è previsto l’intervento dell’Organismo Notificato;
  • macchine non rientranti nell’Allegato IV: non è previsto l’intervento dell’Organismo Notificato.
  • È comunque possibile per un Costruttore di macchine, siano esse o meno appartenenti all’Allegato IV, sottoporre volontariamente ad un Organismo Notificato il prodotto per ottenere un Attestato di Rispondenza o un Attestato di Approvazione.

Il costruttore verificata l’appartenenza del prodotto o meno all’Allegato IV potrà scegliere il percorso certificativo, secondo una delle procedure ammesse dalla direttiva.

Nell’ambito delle procedure di certificazione, gli Allegati IX e X sono gli unici che richiedono l’intervento di un Organismo Notificato (Notified Body).

Il ruolo dell’Organismo può essere così sinteticamente riassunto:

  • Allegato IX (modulo B) ovvero esame di tipo: l’Organismo esamina e valuta la documentazione, verifica che il tipo sia stato fabbricato secondo la documentazione; svolge o fa svolgere le prove necessarie.
  • Allegato X (modulo H): l’Organismo esegue una verifica del sistema di qualità adottato dal Costruttore per stabilire se esso risponde ai requisiti previsti.

 

Eurofins Product Testing Italy è Organismo Notificato n° 0477 per la direttiva Macchine (tutte le tipologie elencate nell’Allegato IV).
 

Contattaci!

contattaci

+39 011 22 22 225

Inviaci un' e-mail

 

L'elenco degli schemi accreditati UNI EN ISO 17065 e 17021 da ACCREDIA è consultabile sul sito www.accredia.it, accreditamento PRD n. 119B e SGQ n. 133A