Formazione >> Corsi a Catalogo >> Monocyte Activation Test (MAT): La nuova frontiera in vitro per la ricerca dei pirogeni

Monocyte Activation Test (MAT): La nuova frontiera in vitro per la ricerca dei pirogeni

Sidebar Image

Data: 22 Ottobre 2019 (9:30-17:30)

Luogo: Vimodrone (MI)

N° max partecipanti: 15 persone

Quota di iscrizione: 500 euro + IVA 22%. Per il secondo iscritto della stessa azienda la quota è di 350 euro + IVA 22%. 

>Scarica la scheda di iscrizione (PDF)

Docenti

Dott. Simone Bertolacci
Responsabile del Laboratorio di Biologia Molecolare e Ricercatore Principale presso Eurofins Biolab. 
Dott. Matias Soncini 
Laureato in biotecnologie mediche, ha svolto un PhD in molecular medicine. Ha una esperienza decennale in laboratori di ricerca biomedica in ambito immunologico e oncologico, nei quali ha sviluppato un ampia esperienza su metodi analitici in vitro ed in vivo per farmaci sperimentali. Attualmente è il Responsabile del Laboratorio Tossicologico GMP presso Eurofins Biolab.

Obiettivi

I pirogeni costituiscono un gruppo eterogeneo composto da contaminanti di origine microbica e non. Le sostanze pirogene nei prodotti farmaceutici possono indurre reazioni febbrili anche di grave entità mettendo a rischio la vita del paziente, pertanto, è essenziale garantire la loro totale assenza.

Per assicurare l’assenza di sostanze pirogene i metodi principalmente utilizzati erano il test dei pirogeni (RPT) e il Limulus Amebocyte Lysate (LAL) test. Entrambi i metodi sono limitati nella loro applicazione in quanto non possono fornire risultati validi in assoluto. Il test dei pirogeni non è efficace per nuove importanti terapie come i prodotti cellulari mentre il LAL test individua soltanto una classe di pirogeni (le endotossine derivanti da batteri gram negativi): in questo modo resta il rischio per i pazienti rappresentato dai pirogeni diversi dalle endotossine come le tossine gram-positive, i virus e i funghi. Inoltre entrambi i metodi impiegano test in vivo e derivati biologici.

La direttiva 86/609/CEE in particolare impone di sostituire o ridurre il più possibile i test in vivo perseguendo le cosiddette “tre R”: refinement, reduction, replacement ponendo come obiettivo lo sviluppo di nuovi test in vitro che sostituiscano quelli in vivo”.

Nel 2010 è stato introdotto nella farmacopea europea (EP capitolo 2.6.30) il Monocyte Activation Test (MAT). Questa tipologia di test è stata elaborata per sostituire il test dei pirogeni e colmare il gap di sicurezza che comporta l'impiego del test LAL nei controlli parenterali. Il MAT permette la determinazione dell’attività pirogena di una soluzione o di una sospensione, quantificando la produzione di Interleuchine, da parte di Monociti Umani o linee cellulari ingegnerizzate. Il MAT riproduce in vitro la risposta immunitaria umana, indotta dalla presenza di pirogeni. Il test è stato sottoposto ad una validazione internazionale, coordinata dall’Istituto per la Valutazione dei Metodi Alternativi (ECVAM) nel 2005.

I risultati dello studio di convalida del MAT indicano che i test in vivo possono essere completamente sostituiti in conformità quindi alla normativa e alle linee guida internazionali. A differenza del LAL, i nuovi test non si limitano unicamente alle endotossine da batteri gram-negativi, ma individuano tutte le classi di pirogeni e rivelano la presenza di diverse endotossine, senza subire interferenze derivanti da componenti leganti le endotossine dei prodotti ematici garantendo cosi la sicurezza del paziente. Inoltre il MAT comporta ulteriori significativi vantaggi: è meno complicato dal punto di vista tecnico ed è più sensibile rispetto al RPT.

Il corso, grazie all’expertise del nostro laboratorio dedicato, ha come obiettivo fornire un quadro dettagliato di tutti gli aspetti del Monocyte Activation Test per la ricerca dei pirogeni illustrando tutti i vantaggi rispetto ai metodi più frequentemente applicati (RPT e LAL).

Programma

Pirogeni e il principio del Monocyte Activation Test (MAT)

  • Cosa sono i pirogeni
  • Tipologie di pirogeni
  • RPT/LAL/MAT: Principali differenze e ambiti di applicazione

MAT: metodo di test compendiale

  • Attivazione del sistema immunitario attraverso la stimolazione dei TLR
  • La rilevazione di citochine attraverso il MAT
  • European Pharmacopoeia 2.6.30
  • Linee guide internazionali MAT

Il test dei pirogeni 

  • Il test dei pirogeni (RPT)
  • Le richieste normative e regolatorie
  • (EU-Directive 2010/63/EU)
  • Campo di applicazione
  • Prospettive future della determinazione dei pirogeni

Il test dei pirogeni: prospettiva in ambito quality control

  • Il test dei pirogeni: I vantaggi e i svantaggi per il settore farmaceutico
  • Monocyte Activation Test: Sfide e opportunità

Case study – Cryo blood e Cell-based MAT

  • Performance del cryo blood e del cell-based MAT
  • Vantaggi e svantaggi di applicazione

MAT: Valutazione delle criticità

  • Variabilità dei test systems
  • Interpretazione dei risultati
Destinatari

Il corso si rivolge a tutti coloro coinvolti nei test di pirogeni ed endotossine batteriche nelle fasi di sviluppo, IPC o rilascio.

All Items

Dott. Simone Bertolacci
Responsabile del Laboratorio di Biologia Molecolare e Ricercatore Principale presso Eurofins Biolab. 
Dott. Matias Soncini 
Laureato in biotecnologie mediche, ha svolto un PhD in molecular medicine. Ha una esperienza decennale in laboratori di ricerca biomedica in ambito immunologico e oncologico, nei quali ha sviluppato un ampia esperienza su metodi analitici in vitro ed in vivo per farmaci sperimentali. Attualmente è il Responsabile del Laboratorio Tossicologico GMP presso Eurofins Biolab.

I pirogeni costituiscono un gruppo eterogeneo composto da contaminanti di origine microbica e non. Le sostanze pirogene nei prodotti farmaceutici possono indurre reazioni febbrili anche di grave entità mettendo a rischio la vita del paziente, pertanto, è essenziale garantire la loro totale assenza.

Per assicurare l’assenza di sostanze pirogene i metodi principalmente utilizzati erano il test dei pirogeni (RPT) e il Limulus Amebocyte Lysate (LAL) test. Entrambi i metodi sono limitati nella loro applicazione in quanto non possono fornire risultati validi in assoluto. Il test dei pirogeni non è efficace per nuove importanti terapie come i prodotti cellulari mentre il LAL test individua soltanto una classe di pirogeni (le endotossine derivanti da batteri gram negativi): in questo modo resta il rischio per i pazienti rappresentato dai pirogeni diversi dalle endotossine come le tossine gram-positive, i virus e i funghi. Inoltre entrambi i metodi impiegano test in vivo e derivati biologici.

La direttiva 86/609/CEE in particolare impone di sostituire o ridurre il più possibile i test in vivo perseguendo le cosiddette “tre R”: refinement, reduction, replacement ponendo come obiettivo lo sviluppo di nuovi test in vitro che sostituiscano quelli in vivo”.

Nel 2010 è stato introdotto nella farmacopea europea (EP capitolo 2.6.30) il Monocyte Activation Test (MAT). Questa tipologia di test è stata elaborata per sostituire il test dei pirogeni e colmare il gap di sicurezza che comporta l'impiego del test LAL nei controlli parenterali. Il MAT permette la determinazione dell’attività pirogena di una soluzione o di una sospensione, quantificando la produzione di Interleuchine, da parte di Monociti Umani o linee cellulari ingegnerizzate. Il MAT riproduce in vitro la risposta immunitaria umana, indotta dalla presenza di pirogeni. Il test è stato sottoposto ad una validazione internazionale, coordinata dall’Istituto per la Valutazione dei Metodi Alternativi (ECVAM) nel 2005.

I risultati dello studio di convalida del MAT indicano che i test in vivo possono essere completamente sostituiti in conformità quindi alla normativa e alle linee guida internazionali. A differenza del LAL, i nuovi test non si limitano unicamente alle endotossine da batteri gram-negativi, ma individuano tutte le classi di pirogeni e rivelano la presenza di diverse endotossine, senza subire interferenze derivanti da componenti leganti le endotossine dei prodotti ematici garantendo cosi la sicurezza del paziente. Inoltre il MAT comporta ulteriori significativi vantaggi: è meno complicato dal punto di vista tecnico ed è più sensibile rispetto al RPT.

Il corso, grazie all’expertise del nostro laboratorio dedicato, ha come obiettivo fornire un quadro dettagliato di tutti gli aspetti del Monocyte Activation Test per la ricerca dei pirogeni illustrando tutti i vantaggi rispetto ai metodi più frequentemente applicati (RPT e LAL).

Pirogeni e il principio del Monocyte Activation Test (MAT)

  • Cosa sono i pirogeni
  • Tipologie di pirogeni
  • RPT/LAL/MAT: Principali differenze e ambiti di applicazione

MAT: metodo di test compendiale

  • Attivazione del sistema immunitario attraverso la stimolazione dei TLR
  • La rilevazione di citochine attraverso il MAT
  • European Pharmacopoeia 2.6.30
  • Linee guide internazionali MAT

Il test dei pirogeni 

  • Il test dei pirogeni (RPT)
  • Le richieste normative e regolatorie
  • (EU-Directive 2010/63/EU)
  • Campo di applicazione
  • Prospettive future della determinazione dei pirogeni

Il test dei pirogeni: prospettiva in ambito quality control

  • Il test dei pirogeni: I vantaggi e i svantaggi per il settore farmaceutico
  • Monocyte Activation Test: Sfide e opportunità

Case study – Cryo blood e Cell-based MAT

  • Performance del cryo blood e del cell-based MAT
  • Vantaggi e svantaggi di applicazione

MAT: Valutazione delle criticità

  • Variabilità dei test systems
  • Interpretazione dei risultati

Il corso si rivolge a tutti coloro coinvolti nei test di pirogeni ed endotossine batteriche nelle fasi di sviluppo, IPC o rilascio.