Formazione >> Corsi a Catalogo >> HPLC aspetti teorici e dimostrazione pratica. Corso base per operatori di cromatografia liquida (2)

HPLC aspetti teorici e dimostrazione pratica. Corso base per operatori di cromatografia liquida

Sidebar Image

Data: 18 Aprile 2019 (9:30-17:00)

Luogo: Vimodrone (MI)

N° max partecipanti: 10 persone

Quota di iscrizione: 500 euro + IVA 22%. Per il secondo iscritto della stessa azienda la quota è di 350 euro + IVA 22%.

>Scarica la scheda di iscrizione (PDF)

Docente

Paolo Zambelli, PHD 
Dottore di ricerca in biotecnologie degli alimenti, con 2 anni di post dottorato presso l'Università degli Studi di Milano. Coautore di 13 pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali con collaborazioni in progetti finanziati dall'Unione Europea con: Universidad Complutense de Madrid, UAM-CSIC e University of Stellenbosch (Marie Curie IRSES). Attualmente ricopre il ruolo Scientific Trainer presso Eurofins Biolab dove si occupa della strutturazione ed erogazione della formazione tecnico-scientifica e strumentale del personale. 

Obiettivi

Il corso, progettato per accrescere le competenze dei partecipanti nell’utilizzo dello strumento HPLC, ha come obiettivo fornire elementi utili e facilmente applicabili nelle dinamiche del laboratorio. 
Il corso prevede l’alternanza della sessione teorica e di una dimostrazione pratica sullo strumento presente in aula. 
Il docente, lavorando direttamente sullo strumento, fornirà indicazioni utili e pratiche su come individuare la risoluzione di problemi comuni e frequenti, permettendo ai partecipanti di prendere confidenza con l'utilizzo dello strumento analitico.

Programma

Presentazione dei partecipanti e introduzione

Prima parte - Sessione teorica:
• Cenni di cromatografia liquida
• Panoramica sulle più comuni fasi stazionare e principi di separazione
• Teoria di funzionamento del sistema HPLC
• Teoria di funzionamento dei più comuni rivelatori 
• Orientamento per la scelta dell’ HPLC da utilizzare

Seconda parte - Sessione pratica sullo strumento:
• Familiarizzazione con lo strumento (Agilent)
• Descrizione dei componenti
• Scelta della corretta fase mobile/stazionaria
• Messa in funzione dello strumento
• Condizionamento corretto della colonna

Domande finali e discussione

Destinatari

Il corso è prevalentemente rivolto a tecnici di laboratorio che necessitano una formazione base per migliorare l’approccio alla propria attività nell’utilizzo delle tecniche di cromatografia liquida.

All Items

Paolo Zambelli, PHD 
Dottore di ricerca in biotecnologie degli alimenti, con 2 anni di post dottorato presso l'Università degli Studi di Milano. Coautore di 13 pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali con collaborazioni in progetti finanziati dall'Unione Europea con: Universidad Complutense de Madrid, UAM-CSIC e University of Stellenbosch (Marie Curie IRSES). Attualmente ricopre il ruolo Scientific Trainer presso Eurofins Biolab dove si occupa della strutturazione ed erogazione della formazione tecnico-scientifica e strumentale del personale. 

Il corso, progettato per accrescere le competenze dei partecipanti nell’utilizzo dello strumento HPLC, ha come obiettivo fornire elementi utili e facilmente applicabili nelle dinamiche del laboratorio. 
Il corso prevede l’alternanza della sessione teorica e di una dimostrazione pratica sullo strumento presente in aula. 
Il docente, lavorando direttamente sullo strumento, fornirà indicazioni utili e pratiche su come individuare la risoluzione di problemi comuni e frequenti, permettendo ai partecipanti di prendere confidenza con l'utilizzo dello strumento analitico.

Presentazione dei partecipanti e introduzione

Prima parte - Sessione teorica:
• Cenni di cromatografia liquida
• Panoramica sulle più comuni fasi stazionare e principi di separazione
• Teoria di funzionamento del sistema HPLC
• Teoria di funzionamento dei più comuni rivelatori 
• Orientamento per la scelta dell’ HPLC da utilizzare

Seconda parte - Sessione pratica sullo strumento:
• Familiarizzazione con lo strumento (Agilent)
• Descrizione dei componenti
• Scelta della corretta fase mobile/stazionaria
• Messa in funzione dello strumento
• Condizionamento corretto della colonna

Domande finali e discussione

Il corso è prevalentemente rivolto a tecnici di laboratorio che necessitano una formazione base per migliorare l’approccio alla propria attività nell’utilizzo delle tecniche di cromatografia liquida.